Partnership

Borsa delle Opportunitą e degli Investimenti

Il quinto Forum Economico organizzato dalla Camera di Commercio e dell’Industria della Romania – Rappresentanza in Italia (CCIRO Italia) si è svolto a Roma, il 30 novembre, in collaborazione con l’Associazione dei Romeni in Italia, all’interno degli eventi promossi per i festeggiamenti della “Giornata dei romeni all’estero” e della “Giornata Nazionale della Romania”.

Durante l’apertura dei lavori del Forum, Eugen Terteleac, presidente CCIRO Italia, ha presentato i risultati della Camera di Commercio e dell’Industria della Romania in Italia, dalla data della sua costituzione fino ad oggi.

“I risultati sono soddisfacenti: cinque Forum Economici, 15 missioni economiche in Romania, 3 presentazioni di investimenti presso la Camera Nazionale e decine di incontri con le autorità romene e italiane”. Oggi, quando la Romania ha bisogno più che mai di investimenti esteri per rilanciare l’economia, CCIRO Italia diventa un promotore delle opportunità che il nostro paese offre, un “ambasciatore” dell’economia romena in Italia”, ha dichiarato il presidente CCIRO Italia.

La nostra istituzione intende procedere verso due direzioni di lavoro. La prima è rivolta ai 49.000 imprenditori romeni in Italia che hanno bisogno di essere supportati in modo concreto, come per esempio nella garanzia dei crediti, nella formazione professionale, nella partecipazione ad appalti pubblici, nell’assistenza fiscale. La seconda è dedicata agli investitori romeni e italiani operanti in Italia che si affacciano sul mercato romeno e hanno bisogno di alcuni servizi: assistenza per la delocalizzazione in Romania della produzione, assistenza fiscale, informazioni, progetti europei e tutte quella serie di servizi che rientrano nella gestione del Sistema Camerale romeno”.

I relatori del Forum hanno presentato in maniera esaustiva le opportunità di investimento, i fondi europei, i servizi e le collaborazioni istituzionali.

Andrea Amato, segretario generale CCIRO Italia ha presentato l’attività della Camera e gli accordi sottoscritti con le altre camere di commercio, gli accordi con le istituzioni europee, con gli istituti bancari e i patronati a disposizione dei membri della Camera.

Cornel Ioan Dinu, vicepresidente CCIRO Italia, esperto in progetti energetici ha presentato le politiche che lo stato romeno offreagli investitori interessati in questo settore dell’economia romena.

Marius – Cristian Cristea, rappresentante dell’Ufficio di promozione commerciale a Roma, ha aperto la prima sessione di lavoro della conferenza. I temi principali trattati hanno riguardato le politiche di sostegno delle piccole e medie imprese della Romania, le opportunità offerte dallo stato romeno, le possibilità di investimento nel campo dell’energia, soprattutto quella rinnovabile, le infrastrutture romene; ha ricordato gli eccellenti risultati della collaborazione tra le istituzioni romene e quelle italiane, con le associazioni professionali, la collaborazione che da 23 anni a questa parte ha rappresentato un punto fermo per il miglioramento della cooperazione economica e commerciale bilaterale, così come su altri mercati. Sono state presentate le opportunità di investimento che la Romania offre, così come il miglioramento delle relazioni economiche romeno – italiane, le possibilità di collaborazione del settore riguardanti le attività delle piccole e medie imprese operanti in Romania e in Italia specialmente quelle del settore agro-alimentare. Ha ricordato lo sforzo impiegato per combattere gli effetti  della crisi, le proposte e le adozioni di misure per l’equilibratura del PIL del governo romeno per il rilancio economico e per la ripresa dell’attività dell’intera economia e del commercio, così come il rilancio di azioni volte a promuovere il rilancio della fiducia degli investitori nell’economia romena e nel settore imprenditoriale.

Sono state presentati i vantaggi esistenti e le priorità d’ intervento. Contestualmente, è stata sottolineata la presenza sempre più importante degli investitori italiani sul territorio romeno ed è stato presentato il dato riguardante lo stato attuale degli scambi commerciali tra la Romania e l’Italia. Sono state presentate anche tutte le agevolazioni concesse dal Governo della Romania agli investitori stranieri e l’importo totale dei fondi strutturali stanziati dalla Unione Europea per il futuro.

Sono intervenuti anche Fausto Capalbo,  - presidente ICEPS (Istituto per la Cooperazione Economica Internazionale e i Problemi dello Sviluppo), Alessandra Bianchi – vicepresidente CONFARTIGIANATO Lazio, Mihai Barbuliceanu, esperto in fondi europei.

Il Forum Economico “Borsa delle opportunità e degli investimenti” è stato moderato da Jean Luc Bertoni.

I partecipanti al Forum, imprenditori romeni e italiani, hanno partecipato attivamente ai lavori del Forum, sottoponendo ai relatori delle domande riguardanti per lo più l’accesso ai fondi europei in vari settori d’attività (agricoltura, turismo e commercio) e le facilitazioni che la Romania accorda agli imprenditori romeni in Italia.

In conclusione del Forum, il signor Adrian Volintiru – segretario di stato del Ministero dell’Economia in Romania ha presentato in breve le priorità dell’istituzione di cui fa parte e ha concluso i lavori del Forum Economico Borsa delle opportunità e degli investimenti, offrendo il supporto del Ministero per le attività svolte dalla Camera di Commercio e dell’Industria della Romania in Italia.

Ufficio stampa
CCIRO Italia